• Categoria: Problemi sessuali
  • Categoria: Problemi sessuali

Andropausa

Negli uomini il calo della produzione di ormoni sessuali è molto più graduale e può determinarsi nell’arco di decine di anni. Si verificano progressivamente, modificazioni a livello fisico e mentale; il loro insorgere è molto sfumato e non sempre viene rilevato. Quindi i termini "menopausa maschile" o andropausa appaiono impropri: si preferisce parlare di sindrome da carenza di androgeni nel maschio di età avanzata. Superati i 40 anni, la produzione di testosterone, il principale ormone sessuale maschile, subisce un calo graduale ma progressivo. Anche la secrezione di ormone della crescita, dei fattori di crescita insulino-simili (IGF), dell’ormone paratiroideo e dell’ormone melanocito-stimolante si riduce nell’età adulta sino a risultare pressoché assente in età senile. L'effetto di queste variazioni non è ancora del tutto compreso. Maggiormente noti sono altri comuni squilibri ormonali dell’eta avanzata, quali l’ipotiroidismo e il diabete non insulino-dipendente. Quali sono i sintomi della carenza di androgeni nel maschio di età avanzata? I sintomi sono numerosi ma non specifici. La diagnosi può risultare, a volte, difficile. Frequentemente i disturbi riguardano il sistema cardiocircolatorio, con vampate di calore e rossore al viso e sudorazione profusa; l’umore e la funzione cognitiva, con irritabilità, nervosismo, insonnia,sensazione di malessere generale, carenza di energia e di motivazione, scarsa concentrazione, deficit della memoria a breve termine, depressione, diminuzione dell'autostima, insicurezza; la sfera sessuale, con riduzione del desiderio e dell’attività sessuale, erezioni modeste o assenti, calo della potenza dell'eiaculazione, riduzione del volume dell’eiaculato Si rilevano, inoltre: perdita di forza muscolare, sensazione di spossatezza, diminuzione della massa muscolare, perdita di capelli e di peli, obesità addominale Altri effetti metabolici della carenza di androgeni sono rappresentati da riduzione del colesterolo buono, il colesterolo HDL, e aumento del colesterolo LDL con conseguente aumento del rischio di patologie cardiovascolari; aumento relativo dell'adipe, imputabile alla perdita della massa muscolare piuttosto che ad un incremento ponderale; osteoporosi con aumentato rischio di fratture I sintomi, i segni e le conseguenze metaboliche della carenza di androgeni sono in gran parte reversibili e possono essere corretti con la terapia sostitutiva.

Per saperne di più Andropausa

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!