DILETTANTI SADOMASO - prima parte

DILETTANTI SADOMASO - prima parte

Io e Loris siamo amici da sempre. Abbiamo condiviso tutto: scuola, prime scopate, delusioni amorose, ecc. Lui è quello più intraprendente, avventuroso, insomma il più matto. Io invece sono più calmo e riflessivo.
L'estate scorsa, gli è venuta la fissa di provare il sesso sado-maso e, tramite internet, ha organizzato un incontro a casa sua con due sedicenti ragazze disponibili per esperienze S/M e bondage".
Dopo essersi presentate ed aver trascinato dentro due valige trolley, le ragazze si sono subito tolte i vestiti. La più alta, Consuelo, era una figa da paura! Labbra carnose, pelle mulatta, tette sode, culo sporgente e gambe infinite. Sembrava appena arrivata dal carnevale di Rio De Janeiro! L'altra si chiamava Rosita, era un po' più bassa, carnagione più chiara, seno straripante ed occhi verde smeraldo, però anche lei ugualmente desiderabile ed ambigua. Non è un caso che non abbia descritto i loro capelli, Avevano entrambe la testa completamente rasata come quella degli skin-heads, piercing e strani tatuaggi un po' su tutto il corpo. Parlavano bene l'italiano e, anche se i nomi erano chiaramente falsi, non sembravano due escort sado-maso, semmai due giovani dilettanti in cerca di nuove emozioni.
Loris ha messo un po' di musica new age e mi ha guardato come per dire: "E adesso, che cazzo facciamo?". Lui non era molto esperto in questo genere di sesso e io ero un semplice debuttante. Ostentando una finta sicurezza, ci siamo spogliati pure noi e abbiamo offerto loro dei pasticcini e del prosecco. Ridevano come matte e noi speravamo che non fosse per i nostri cazzi, ma per la situazione particolare. Sempre ridendo, dopo aver più bevuto che mangiato, hanno aperto uno dei due trolley. Era pieno zeppo di lacci, corde. manganelli, cinture, manette, frustini per cavalli, vibratori, preservativi e aggeggi strani tipo aghi e inchiostri colorati.
Eravamo ancora in piedi e subito, con un laccio delle sue Nike, Rosita mi ha legato i testicoli e ha lasciato una scarpa a penzolare che tirava i miei maroni in basso. Osservava tutto da vicino e, ogni tanto, aggiungeva delle monete dentro la scarpa per aumentare la trazione. Che bello! Consuelo invece, con più sobrietà, ha preso una specie di penna stilografica e, con la destra, ha cominciato a disegnare con l'Ennè il cazzo di Loris, stringendogli le palle con l'altra mano. Bellissimo!
Dopo 5 minuti di trattamento, con orgoglio, hanno liberato i nostri genitali mostrandoci i risultati. Io avevo i maroni stirati verso le ginocchia, e Loris l'uccello con la scritta "Consuelo 2016"! Meno male che, per risarcimento, ci hanno fatto due pompini da sballo. Tuttavia, stranamente, senza ingoio. Hanno raccolto quasi tutta la sborra dentro due bicchieri di plastica e li hanno appoggiati sul televisore.

CONTINUA

Vota la storia:




10/12/2016 15:12

mirkp

Curati ! E comunque erano 2 trans!!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!