Il gioco si fa duro

per un mese non ebbi più notizie da Mario. cominciai a pensare che il gioco fosse finito. poi una sera lui mi telefonò. domani andremo a prendere la tua lei al lavoro. angela la sera tornò e non mi disse nulla. pensai che Mario non l'avesse ancora avvisata. io non le dissi nulla. il giorno dopo lei andò al lavoro come sempre. verso le 20,10 lei mi chiamò. ciao, Mario è passato a prendermi mi ha detto che mi porta al cinema. ci vediamo più tardi.Mario le aveva detto di telefonarmi e di darmi il messaggio. capii. presi l'auto e andai in città a piacenza, andai al cinema a luci rosse, non mi sbagliavo verso le 21 Mario entrò con Angela e con un ragazzo sui 25 anni. angela aveva una minigonna cortissima ( seppi che le era stata data da Mario) e una canottiera aderente. chinai la testa per non farmi vedere. i tre si misero a sederea metà sala lei in mezzo. ero seduto in ultima fila. mi avvicinai di due file in modo da vedere senza essere notato subito due uomini si misero a sedere la fila dietro Mario e Angela. la testa di Angela sparì subito e si alternava da una parte all'altra succhiando ora Mario ora il ragazzo. da dietro non potevo vedere ma intuivo. ad un certo punto i due si alzarono e lasciarono Angela sola i due uomini che erano dietro a lei si spostarono immediatamente e presero posto uno alla sua destra e uno alla sua sinistra. nella sala c'erano quattro, cinque persone e tutte si avvicinarono notando la scena. Mario venne vicino a me - le abbiamo detto di farsi palpare da tutti e di fare un pompino a chi si avvicinasse.dopo io e il ragazzo la porteremo in auto al fiume e la scoperemo. mi disse di non seguirlo, mi avrebbe mandato foto con il telefonino il giorno dopo. intanto Angela si dava da fare facendosi palpare e succhiando uccelli nel cinema. dopo una mezz'ora Mario e il ragazzo andarono a prenderla, la fecero alzare e la portarono via. io tornai a casa e lei arrivò un'ora dopo. bello il film? - domandai molto, disse lei. vado a farmi la doccia. mi arrivò un messaggio da mario con una foto. angela che si stava facendo scopare sul sedile dell'auto dal ragazzo. nel messaggio una scritta, domani ti chiamo. arrivarono una decina di messaggi e si vedeva lei in varie pose , in una stava succhiiando il cazzo ad un uomo sui cinquanta. il giorno dopo Mario mi chiamò. ciao, ieri sera Angela è stata una splendida ragazza siamo andati al fiume, come ti avevo detto. le ho detto che l'avremmo scopata e che avrei fatto altre foto per poterla ricattare all'infinito e lei ha detto di farne quante ne volevo, voleva essere ricattata per molto tempo ancora. abbiamo cominciato a scoparla in vari orifizi e ad un tratto abbiamo visto un guardone. lo abbiamo invitato e gli abbiamo permesso di guardare. il ragazzo se l'è scopata a dovere e alla fine abbiamo detto ad angela di far divertire il guardone non se lo è fatta ripetere due volte e come avrai visto nella foto si è divorata il suo uccello. poi dopo averla riempita di sperma te l'abbiamo riportata a casa. adesso incontrerà il ragazzo da sola poi sto preparando una serata con amici di colore. finchè non dirà basta il gioco continuerà. io ho ascoltato il racconto. poi semplicemente ho ringraziato e ci siamo salutati.ho una donna troia!

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!