• Pubblicata il:
  • Autore: Paoletta
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: Paoletta
  • Categoria: Racconti etero

Ragazzina inesperta (4)

Leccavo le palle e poi risalivo fino alla punta che era diventata grossa e gonfia. Al sapore iniziavo ad abituarmi e non era sgradevole, poi mi fecero aprire la bocca e lo misi dentro.
Io ho una bocca abbastanza grande e piano piano andando su e giù con la testa lo presi quasi tutto MI PIACEVA MI PIACEVA MI PIACEVA!! Ricominciai a leccarlo ma mi fermarono, facendomi rimanere un poco disorientata. "cambio...!! ora tocca a me!! disse chi mi stava guardando". Si mise seduto e mi misi fra le sue cosce, presi il suo cazzo il mano e mentre lo accarezzavo leccai e succhiai anche il suo, e con l'altra mano accarezzavo fra le cosce dell'altro.
"cazzo che voglia di sborrare!!! dai dai dai dai ficcatelo in gola" stavano godendo davvero !
Poi mi alzo la testa e mi disse "prendimi i cazzo fra le tette, fammi una sega con le tette, dai fammi sborrare dai dai. Il suo cazzo era davvero duro ora, lo presi fra i miei seni lo strinsi e cominciai ad andare su e giù. Guardavo il suo viso e guardavo il suo cazzo che scompariva e riappariva nel solco delle tette. "dai che vengo dai che vengooooo!" Ero eccitata all'idea di farlo godere e ansimavo quando dal suo cazzo durissimo partirono degli schizzi potenti sul mio mento sul mio collo, mi stava inondando di liquido caldo bianco " che bella la mia sborra sulle tue tette ti piace?? continua ancora" continuai e gli dissi che mi piaceva che era bello. Si chinò verso di me e mi baciò sulla bocca "sei stata grande!"
"ora fammi sborrare anche a me" disse l'altro. "però con la bocca!" non capii subito cosa volese dire ma mi misi fra le sue gambe e lo presi in bocca. Lui con la testa mi accompagnava il movimento "dai dai che sborro dai dai più forte! " mi fece accelerare il ritmo, fino a che mi accorsi che stava per schizzare cercai di sollevarmi ma mi blocco la bocca sul suo cazzo " dai che vengo eccomi!!" e il primo schizzo caldo mi inondò le labbra il secondo in bocca e mentre continuavo ad andare su è giù il sapore dolciastro salato mi sorprese provocandomi un'attimo di nausea. Ma continuai, con il liquido bianco che colava dalla mia bocca sulla mia mano e lungo il suo cazzo. Mi fece leccare a lungo fino a che ci fermammo a riposare sul divano.
Andammo al lavarci in bagno e mi aiutarono a pulirmi.
Ci salutammo con un arrivederci e con un ciondolino d'oro per me (anche piuttosto carino).
Non fu l'ultima volta che li vidi.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!